Toraja, i morti viventi dell’Indonesia 💀

Nella provincia meridionale dell’Indonesia, sulle montagne, vivono i Toraja, etnia indigena di circa 650.000 persone. I Toraja sono famosi per le loro abitazioni tradizionali a forma di palafitta e dal tetto allungato, chiamate tongkonan, e per le colorate fantasie geometriche con cui intagliano e decorano il legno.
i Toraja sono noti anche per i loro complessi ed elaborati rituali funebri.

Questa popolazione, che ha vissuto per anni nell’isolamento totale, ha mantenuto le antiche tradizioni del culto animista ‘Aluk To Dolo’, che consiste nella venerazione degli antenati e nella pratica di alcuni rituali.

IL CREDO
Nella cultura Toraja, il rito funebre è l’evento più elaborato e più costoso di tutti e viene fatto per assicurarsi che l’anima del defunto raggiunga la terra di Puya (la terra delle anime o aldilà), situata da qualche parte negli altopiani a sudovest di Toraja. Una volta raggiunta Puya, l’anima può continuare a svolgere una vita normale, simile a quella precedente, avvalendosi dei beni offerti durante il funerale oppure continuare il viaggio nel mondo superiore dove diventerà divinità. Le anime sfortunate che non riescono a raggiungere Puya, magari perchè la famiglia non è riuscita a celebrare il funerale, diventeranno ‘Bombo’, e cioe’ degli spiriti cattivi che minacciano gli abitanti del mondo terrestre.

Oltre ai Bombo (coloro che sono morti senza funerale), ci sono altri spiriti cattivi che risiedono negli alberi, nelle pietre, nelle montagne e nelle sorgenti. I ‘Batitongsono spiriti terrificanti che mangiano lo stomaco delle persone addormentate, i ‘Po’pok’ volano di notte e i ‘Paragusi’ vagano nella foresta e si trasformano in lupi mannari.

Ogni anno, ad Agosto ha luogo la cerimonia chiamata Ma’Nene , in cui i cadaveri vengono riesumati, lavati, pettinati e vestiti con abiti nuovi ( nel caso fossero rimaste solo le ossa, queste vengono avvolte in stoffe pregiate). Terminati i rituali estetici, i morti vengono portati in giro per il villaggio tenendoli dritti in mezzo alla popolazione, che entusiasta scatta anche delle foto ricordo. Alla fine di questa processione d’onore, la salma viene seppellita per la seconda volta, nel suo luogo di ultimo riposo.

Annunci

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...