8 libri di Stephen King da leggere almeno una volta nella vita 💀


Il 5 aprile ricorre il 45° anniversario della pubblicazione di “Carrie”, uno dei romanzi più belli di sempre

Carrie (1974) – è il primo romanzo pubblicato dall’autore (non il primo scritto).   
Tormentata da una madre nevrotica e tirannica, Carrie affronta una difficile adolescenza. La ragazza è anche oggetto di scherno da parte delle sue compagne di scuola, fino a quando scopre di possedere dei poteri soprannaturali.

Shining (1977) – Uno scrittore fallito, Jack Torrance, con la moglie Wendy e il figlio Danny di cinque anni, accetta di fare il guardiano invernale all’Overlook ed è allora che le forze del male si scatenano.

IT (1986) – In una ridente e sonnolenta cittadina americana, un gruppo di ragazzini, esplorando per gioco le fogne, risveglia da un sonno primordiale una creatura informe e mostruosa: IT

Pet Sematary (1983) – In una limpida giornata di fine estate, la famiglia Creed si trasferisce in un tranquillo sobborgo residenziale di una cittadina del Maine. Non lontano dalla loro casa, al centro di una radura, sorge Pet Semetary, il cimitero dei cuccioli, un luogo dove i ragazzi del circondario, secondo un’antica consuetudine, usano seppellire i propri animaletti.

La zona morta (1979) – Dopo essersi svegliato da un coma, il protagonista, ottiene il potere di prevedere il futuro, semplicemente sfiorando la persona che gli sta d’avanti. Dopo aver stretto la mano a un candidato alla presidenza, l’uomo è testimone della fine del mondo e mira a impedire che il candidato venga eletto presidente.

Misery (1987) – Paul Sheldon, un celebre scrittore, viene sequestrato in una casa isolata del Colorado da una sua fanatica ammiratrice. Affetta da gravi turbe psichiche, la donna non gli perdona di avere «eliminato» Misery, il suo personaggio preferito, e gli impone, tra terribili sevizie, di «resuscitarla» in un nuovo romanzo.

Il miglio verde (1996) – E’ una delle storie più drammatiche e toccanti narrate dall’autore. Il romanzo, racconta di un poliziotto incaricato di gestire il padiglione della prigione, dove sono detenuti i condannati alla pena di morte.

Apocalipsis (1978) – un mattone di quasi 1600 pagine –  ma il contenuto ne vale la lettura. Nel romanzo, l’autore,  mescola fantasia e fantascienza in modo magistrale, creando un cast di personaggi molto vari, che si confronteranno dopo che il mondo è stato distrutto da un orribile virus altamente contagioso.

Annunci

4 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...